5. Mirco Rossi - Wylli e le tre lenti

Link e download

Slide interventi relatori: http://www.mediafire.com/?s42d282ibha74li

Introduzione

Lo sviluppo fondato sulla crescita quantitativa viene ostinatamente perseguito come unica risposta all’aumento della popolazione mondiale, al problema del lavoro, dell’occupazione; viene letto come sinonimo di prosperità e miglioramento sociale, proposto come medicina taumaturgica capace di “risolvere” (con artificio matematico) da sola la questione del debito pubblico. Eppure l’irrazionalità, il non senso, dell’idea che le risorse limitate presenti sulla terra possano garantire una crescita senza fine, emerge in tutta evidenza. Quelle non rinnovabili (minerali, metalli, combustibili) sono state già in larga parte estratte e distrutte; alcune hanno iniziato un lento inarrestabile declino, per altre gli scenari non escludono a breve l’esaurimento o una presenza residuale. Le rinnovabili spesso non risultano più disponibili a sufficienza per velocità di sfruttamento superiore a quella di ricostituzione. Ma la presa d’atto di questa grave realtà, condizione indispensabile per l’avvio di comportamenti coerenti, è impedita dall’esistenza, volutamente imposta e/o colpevolmente accettata, di chiavi di lettura improprie e distorte.

Biografia

MIRCO ROSSI è nato e vive a Venezia, dove ha svolto studi di economia e politica economica. Ricercatore indipendente sugli aspetti ambientali ed energetici ha coordinato
per diversi anni l’azione divulgativa che Enel offriva al sistema scolastico del Triveneto. Successivamente ha sviluppato con continuità un’intensa attività di informazione e
divulgazione, che nell’ultimo decennio ha visto coinvolti, in numerose località del Centro e del Nord Italia, istituti scolastici di secondo grado, insegnanti, cittadini, associazioni, forze politiche e sindacali, organismi pubblici. È membro del Comitato Scientifico di Aspo Italia (sezione italiana di Aspo International – Association Study of Peak Oil and Gas) e del Comitato Scientifico della rivista Ambiente-Risorse-Salute, edita a Padova dal Centro Studi l’Uomo e l’Ambiente. Nel 2008 la Provincia di Venezia pubblica e distribuisce in tutte le scuole superiori del territorio un suo lavoro “VERSO LA FINE DEL PETROLIO”. Nel settembre del 2009 esce per i tipi della EMI di Bologna il suo primo libro “ENERGIA E FUTURO – LE OPPORTUNITA’ DEL DECLINO”. Nell’aprile del 2011 il libro esce in seconda edizione, ampliata ed aggiornata con gli eventi della Libia e del disastro di Fukushima. Il libro è stato oggetto di centinaia di presentazioni in gran parte d’Italia e di qualche evento all’estero. Particolarmente significativa quella con Massimo Cacciari a Mestre.